________________________________________________________________________________________________________________________________

venerdì 13 aprile 2012

Adobe Reader: Uso comune e trucchetti per SmartPad sfortunati



Adobe ha rilasciato da qualche giorno una nuova versione per il suo Reader, ed esattamente la 10.2. Dal primo rilascio, ha sempre lasciato un po' a desiderare, spingendo gli utenti a cercare reader alternativi per quanto riguarda i file PDF.

L'attuale versione ha un livello quasi accettabile di usabilità, vediamo però più nel dettaglio cosa fa e come funziona.

Alcune "Scaratteristiche"

Iniziamo subito con il dire che appena aperta, la app ci mostra un'icona/link "Documenti", che ci permette di vedere i documenti PDF presenti nella memoria SDCard, e le visualizzazioni recenti ossia un elenco di tutti i documenti aperti in Adobe Reader, compresi quelli provenienti dalla ExtSD.

Che pasticcio questo titolo
Attenzione ai titoli dei libri troppo lunghi. Infatti se il titolo è particolarmente prolisso, finisce con il sovrappors ai pulsanti presenti nella Top Bar a scomparsa. Nonostante ciò i menu sono comunque funzionanti ... una volta individuati nel groviglio fra testo e immagine.

Tra aperture successive dello stesso libro, Adobe ricorda la pagina in cui eravamo e ce la mostra.

L'autosensing per la rotazione permette ruotando il tablet di avere la rotazione del testo che leggiamo.

Questione di colpetti? No, di visualizzazioni!

Un titolo invadente
Un colpetto nell'area centrale dello schermo mostra/nasconde le barre in cima e in fondo alla pagina. Quella in cima è dedicata ai menu (Modalità di visualizzazione, Modifica, Condivisione/Invio, Ricerca), mentre quella in fondo è dedicata al cursore per sfogliare rapidamente le pagine e, se il libro ne contiene, alla visualizzazione e selezione dei bookmark. Non è possible creare dei bookmark propri.

Un colpetto sul margine sinistro della pagina ci fa avanzare nella lettura mentre un colpetto sul margine destro ci fa tornare indietro. La disponibilità dell funzionalità dipende dalla Modalità di visualizzazione.

Un doppio colpetto ci permette di applicare lo zoom alla pagina. Il suo funzionamento varia a seconda della Modalità di visualizzazione. Per i fortunati del multitouch è sicuramente disponibile in visualizzazione Ridisposizione testo come possibilità di modifica dello zoom.


Una pressione prolungata in un'area vuota ed in Modalità visualizzazione Continua o Pagina singola, provoca la comparse di un menu contestuale per inserimento di alcuni elementi.
Menu contestuale
su area vuota

Scegliendo Nota, è aperta una piccola finestra in cui digitare la nota, quindi facendo clic su Salva la nota è salvata. Sulla pagina appare come un piccolo fumetto. Con un singolo colpetto sul fumetto di una nota, questa si apre per mostrarci il suo contenuto. Da qui abbiamo la possibilità di dare un colpetto sul tasto Elimina  per cancellarla. In alternativa, con una pressione prolungata sul fumetto appare un menu contestuale con Apri ed Elimina e l'icona del fumetto un po' più grande. In questa condizione abbiamo anche la possibilità di trascinare il fumetto per riposizionarlo sulla pagina.

Scegliendo Mano libera, possiamo disegnare sulla pagina. Ogni disegno può avere un solo colore, spesso, opacità modificabile dopo il salvataggio. A disegno ultimato facciamo clic sul pulsante Salva in alto a destra. Con un colpetto su un diesegno a mano libera, il disegno è selezionato ed appare un menu contestuale che permette di modificare Spessore della linea, Colore, Opacità o di eliminare il disegno. In oltre, mentre il disegno è selezionato lo si può trascinare in altra posizione. I disegni non sono molto precisi e appaiono un po' strani ma forse dipende dal mio schermo resistivo.

Scegliendo Firma, se è la prima volta che utilizziamo lo strumento ci viene prima chiesto di disegnare la nostra firma e quindi viene applicata. Negli utilizzi successivi appare un menu contestuale con le voci Aggiungi firma (per un'aggiunta immediata della firma memorizzata) e Modifica firma salvata per cambiarla prima di applicarla. Per il resto la firma applicata su una pagina si comporta esattamente come un disegno a mano libera.

Menu contestuale su
area di testo
Una pressione prolungata su del testo ed in modalità visualizzazione Continua o Pagina singola, provoca la selezione della parola su cui si è posizionati e la comparsa del menu contestuale per  Copia, Evidenzia, Barrato, Sottolineato (funzioni ottenibili anche tramite menu di modifica - fumetto con matita - nella barra in alto). La selezione può essere estesa tramite apposite maniglie ai lati della parola selezionata inizialmente.

Scegliendo Copia, il testo selezionato è copiato e può poi essere incollato in altre app.

Scegliendo Evidenzia, Barrato o Sottolineato il testo selezionato è rispettivamente evidenziato, barrato e sottolineato. I tre stili sono sovrapponibili ma il testo va ogni volta riselezionato e non è molto agevole. Per acceder al menu contestuale occorre riuscire a dare un colpetto preciso sulla linea/evidenziazione che si desidera modificare se gli stili sono sovrapposti.

Le funzionalità disponibili sono quindi legate più che altro alla Modalità di visualizzazione
Esempi di evidenziazioni, note e firme

Modalità di visualizzazione
Visualizzazione Continua
In visualizzazione Continua le pagine scorrono dal basso verso l'alto (pagine successive) e verso il basso (pagine precedenti) per trascinamento. Lo Zoom In ottenuto con doppio colpetto provoca la fuoriuscita di testo e immagini dai margini del video, ma la pagina può essere trascinata per visualizzare aree specifiche. Il doppio colpetto successivo ripristina lo zoom. La pagina mantiene i margini all'interno dello schermo, quindi in posizione landscape la pagina avrà un'ampiezza generosa ma un'altezza scarsa e viceversa in posizione portrait.
In questa Modalità di visualizzazione funzionano le caratteristiche di inserimento note, schizzi e evidenziazioni, quindi anche la pressione prolungata su testo e aree vuote per la comparsa dei menu contestuali.

Visualizzazione Pagina Singola
Le pagine possono essere sfogliate trascinando verso sinistra (pagina successiva) o verso destra (pagina precedente). Lo Zoom In ottenuto con il doppio colpetto è identico a quello della Visualizzazione Continua. La pagina mantiene sempre i propri margini all'interno dello schermo, quindi in posizione landscape  avremo un forte zoom out e la pagina sarà poco visibile, mentre in portrait lo zoom out è più moderato ma la pagina potrebbe restare comunque difficile da leggere.
In questa Modalità di visualizzazione funzionano le caratteristiche di modifica, quindi anche la pressione prolungata su testo e aree vuote per la comparsa dei menu contestuali.

Il massimo zoom al terzo doppio clic in
Modalita visualizzazione Ridisposizione testo
Visualizzazione Ridisposizione testo - come un e-book ... o quasi
In questa modalità le pagine possono essere sfogliate solo tramite un colpetto sul margine destro (andare avanti nella lettura) e sinitro (tornare indietro). I margini della pagina sono ignorati e quel che conta è l'area di testo disposta in modo tale da sfiorare i bordi dello schermo. Ciò consente un buon livello di zoom degno di un e-book. Sia in posizione landscape che portrait lo zoom può essere aumentato con colpetti doppi. Ad ogni doppio colpetto lo zoom aumenta, rendendo il testo sempre più grande ma adeguando la sua dislocazione all'ampiezza del video. Al 4° doppio colpetto lo zoom è ripristinato al valore iniziale.
In questa Modalità di visualizzazione NON funzionano le caratteristiche di modifica (note, marcatura a mano libera, evidenziazione, firma...), quindi anche la pressione prolungata su testo e aree vuote non produce la comparsa di alcunché. Non è disponibile neanche la ricerca.

Le idnarg novità della versione 10.2

  • Per gli utenti comuni consiste nel menu di modifica (fumetto con matita), le cui funzionalità sono raggiungibili anche tramite i più comodi menu contestuali, che permette di inserire e salvare nel documento delle note, scarabocchi (diciamo per marcare qualcosa) a mano libera, testi evidenziati, barrati o sottolineati. 
  • Compilazione dei moduli PDF. Ho provato con un modulo PDF, ma non tratteneva il testo inserito neanche nel passaggio fra un campo e l'altro. Sarà stata colpa del file, non so.
  • L'apposizione di firme sul testo. Non è firma digitale, semplicemente disegnate la vostra firma come per gli scarabocchi a mano libera del primo punto con la differenza che viene memorizzata dal Reader e la potete applicare quante volte volete su tutti i libri che volte sempre uguale.
  • Condivisione via EchoSign, un'acquisizione di Adobe per la gestione dei documenti PDF da firmare elettronicamente.
Le idee sembrano esserci e sembrano buone, ma di strada da fare ne vedo ancora tanta!

Dammi un:

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More